ragazzo felice con la domotica di casa

Domotica o Smart Home? Facciamo chiarezza

Oggi l’uso di termini come Domotica e Smart Home è diventato sempre più frequente e, in alcuni casi, confuso fino ad usarli come sinonimi. In realtà si tratta di due tipologie di soluzioni differenti per la propria casa, l’ufficio o altri edifici ad uso pubblico e privato. 

Scopriamo insieme le differenze, i pro e i contro e come scegliere l’opzione giusta per il nostro caso.

Smart Home e Domotica: significato e differenze

SMART HOME

Significa letteralmente “casa intelligente”. Si tratta di una soluzione semplice e intuitiva per collegare più dispositivi tra loro e comandarli separatamente o in contemporanea. 

Per realizzare una smart home esistono due soluzioni: wireless o cablata. In entrambi i casi è necessario affidarsi ad un installatore sia per l’installazione dei prodotti sia per la configurazione che avviene tramite app per mobile (nel nostro caso l’app KBlue MyTherm).

I dispositivi wireless (gamma Kosmos) sono dotati di chip WiFi e, per questo motivo, funzionano in maniera autonoma; i dispositivi cablati, invece, (gamma Klever) riescono a comunicare tra loro grazie al cronotermostato WiFi che svolge anche il ruolo di centralina domotica.

I due sistemi possono funzionare anche in maniera ibrida perché sono tutti controllabili dalla stessa app e, per questo, espandibili sia nella gamma wireless che filare.

Una smart home, dunque, è una casa in cui i dispositivi sono gestibili da remoto con funzioni pre-programmate per il controllo di temperatura, luci e automazioni.

Vediamo un esempio concreto: puoi far installare nella tua casa dei pulsanti multifunzione wireless Kosmos per gestire luci, automazioni e scenari. Se poi scegli di controllare anche la temperatura, e magari hai un impianto di termoregolazione con fancoil, puoi decidere di installare un cronotermostato WiFi e un modulo apposito per il fancoil, tutti prodotti della gamma Klever che comunicano su BUS.
In futuro puoi continuare ad ampliare il tuo impianto in base a nuove necessità.

touch screen per la supervisione del sistema domotico ETH
DOMOTICA

La Domotica, invece, si occupa di studiare come rendere le nostre case più abitabili ed efficienti e, per farlo, richiede un impegno finanziario e strutturale importante. 

Una casa domotica potenzialmente non ha limiti e permette di gestire tutte le funzionalità tramite il cablaggio dell’impianto elettrico. Come nella Smart Home, anche in questo caso è necessario il supporto di un installatore certificato (Kblue Point LINK) che si occuperà dell’installazione, programmazione e messa in funzione del sistema ETH.

Una casa domotica, per esempio, può utilizzare la stazione meteo per interpretare le condizioni esterne e, in caso di pioggia, abbassare le tapparelle e chiudere le tende da sole: tutto in totale autonomia grazie ad una programmazione intelligente del sistema.

smartphone con app Kblue MyTherm

I vantaggi di una Smart Home

La Smart Home offre numerosi vantaggi e diventa un aiuto concreto di cui spesso abbiamo bisogno per gestire le piccole faccende quotidiane. Si tratta di una soluzione che: 

  • non richiede particolari predisposizioni in fase progettuale, interventi di ristrutturazione o modifiche importanti all’impianto elettrico; 
  • è programmabile con estrema facilità direttamente da app Kblue MyTherm;
  • può iniziare anche con un singolo modulo Kosmos ed essere ampliata secondo le proprie necessità in qualsiasi momento.

Tuttavia, esistono anche degli svantaggi, come le limitazioni in termini di sicurezza e privacy. È giusto ricordare che tutto ciò che è connesso può essere violato. Possiamo ovviamente trovare delle soluzioni per ridurre al minimo i rischi, ad esempio evitare di connettere tutti i dispositivi alla medesima rete. Molti modem oggi ci permettono di segmentare le reti e avere a disposizione una connessione per i visitatori, una rete per il monitoraggio della sicurezza, una gli elettrodomestici. 

Altra problematica potrebbe essere l’installazione e la configurazione di questi sistemi che possono richiedere competenze più tecniche di quelle quotidiane, ma in questo caso possiamo fare affidamento sulle numerose aziende che offrono supporto e assistenza tecnica a domicilio. 

Come faccio a scegliere tra Smart Home e Domotica?

I vantaggi di un impianto domotico sono in parte simili in parte differenti rispetto a quelli di una Smart Home. Analizziamoli insieme: 

  • i dispositivi sono controllabili senza connessione alla rete internet e questo rende il sistema domotico più sicuro ed efficace; 
  • la presenza di un impianto domotico aumenta il valore dell’immobile; 
  • il risparmio energetico garantisce evidenti benefici da un punto di vista economico; 
  • le misure governative in termini di incentivi per acquisto o miglioramento di strumenti e impianti all’avanguardia stanno interessando sempre di più le case dotate di domotica.

La scelta tra le due tipologie richiede di tener conto di una serie di considerazioni: 

  • Le proprie necessità: se l’esigenza non è quella di automatizzare completamente la propria casa, si può optare per la soluzione “smart home”; la domotica, invece, permette una personalizzazione completa del proprio sistema casa, con interfacce user friendly per garantire all’utente una migliore esperienza;
  • Investimento iniziale: sul piano economico, la Smart Home è un’opzione più a portata di mano e non richiede lavori specifici sull’impianto elettrico; se volete partire da una soluzione poco onerosa, in termini economici la Smart Home è quella che fa al caso vostro; chi, invece, vuole affrontare un investimento iniziale consistente per centralizzare tutta la casa, può optare per l’installazione e la configurazione di un impianto domotico.

 

A questo punto, sulla base delle vostre esigenze e dei costi da sostenere, potete valutare quale soluzione fra le due sia la più adatta per voi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.