controllo ambienti di casa con domotica

Casa nuova e smart. Come ristrutturare casa per avere tutto a portata di smartphone con la domotica

Ogni giorno siamo sempre più circondati da novità tecnologiche e innovazioni, anche se, sempre più spesso, rischiamo di distrarci in maniera eccessiva proprio a causa di pc e smartphone.

Perché, allora, non provare a far buon uso della tecnologia per migliorare la nostra vita e quella di chi ci circonda? Potremmo, ad esempio, pensare di trasformare la nostra casa in una moderna casa intelligente

Se stai pensando di ristrutturare casa con la domotica, eccoti alcuni spunti per valutare i vantaggi economici ed ecologici e dar forma ad una smart home gestibile interamente da remoto.

Domotica: una casa informatica

Prima di iniziare, proviamo a comprendere cosa si intende con domotica. Questo termine, oggi utilizzato sempre più di frequente, è composto dal latino domus «casa» e (informa)tique «informatica». Non a caso la domotica si occupa di rendere più “informatica” e digitale la nostra abitazione, trasformandola in una casa intelligente, con automatismi e tecnologie di controllo. In questo modo possiamo regolare a distanza la temperatura dei termosifoni, impostare l’orario di apertura delle tapparelle, inserire allarmi, spegnere elettrodomestici anche quando non siamo in casa o, se siamo fisicamente presenti, attivare tutto da semplici pannelli touch di controllo o con comando vocale.

Ristrutturare casa con la domotica

Ristrutturare casa scegliendo di integrare un sistema domotico all’avanguardia può sembrare un’operazione costosa e piuttosto complessa, ma in realtà esistono diverse soluzioni di semplice installazione e numerosi vantaggi per chi sceglie di farlo. Vediamone insieme alcuni.

  • Includere nei lavori di ristrutturazione un impianto di domotica permette di accedere agli sgravi fiscali del 65% previsti per l’Ecobonus. Interventi significativi sull’abitazione consentono di detrarre dall’Irpef il 50% della spesa. Va specificato che la detrazione non può essere effettuata in una volta, ma va divisa in 10 parti uguali, ciascuna delle quali dovrà poi essere inserita in una dichiarazione dei redditi.
  • Il valore dell’immobile aumenta: ristrutturare casa permette di rendere più moderna e accogliente la nostra abitazione, ma allo stesso tempo restituisce più valore all’immobile. Inserire nel piano di ristrutturazione un progetto di intervento di domotica permette di aumentare il valore della casa. Scegliere di ristrutturare con impianto domotico rende la nostra casa innovativa e abitabile.

Oltre a queste ragioni, una smart home ha il pregio di essere più green, perché ci permette di monitorare con costanza i consumi energetici, evitando sprechi.

È giusto specificare che gli interventi domotici richiedono dei permessi specifici.

elettricista sostituisce pulsanti elettrici

Quali interventi sono necessari per ristrutturare casa con la domotica?

Progettare una casa domotica richiede di dover scegliere tra tre tipologie di impianti:

  • Distribuito: ogni dispositivo intelligente funziona autonomamente o può comunicare con gli altri;
  • Centralizzato: ogni dispositivo dipende dalla centralina di controllo, il cuore pulsante del sistema;
  • Misto: i dispositivi dipendono da più centraline di controllo e comunicano anche tra loro (il sistema ETH di Kblue).

Puoi approfondire questi aspetti nel nostro articolo su come trasformare un impianto classico in un impianto domotico. In base alla scelta che faremo, potremo pensare a una serie di interventi per ristrutturare casa con la domotica, ad esempio:

  • Interventi sull’impianto elettrico per la gestione remota di prese comandate;
  • Interventi finalizzati al controllo a distanza dei serramenti, come l’apertura delle tapparelle elettriche;
  • Interventi per la climatizzazione smart;
  • Interventi per il controllo a distanza e l’automazione degli impianti di riscaldamento;
  • Installazione di dispositivi per la sicurezza, sia attivi che passivi.

Ognuno di questi ci permetterà di gestire un aspetto della nostra casa con un semplice click da smartphone.

Domotizzare la parte dei serramenti domestici consente di alzare e abbassare in base al vento e al sole le tende esterne e, ancora, permette di avere tapparelle e persiane che si regolano secondo scenari di illuminazione predefiniti (quando accendiamo la TV e l’ambiente si oscura in automatico e le luci si abbassano) o impostare un orario di apertura delle tapparelle legato ai nostri orari di sveglia mattutina.

Per quanto riguarda la climatizzazione, invece, potremmo controllare da smartphone l’accensione o lo spegnimento del nostro termostato. Immaginiamo di rientrare da lavoro in una torrida giornata estiva e trovare la nostra casa alla temperatura ideale. Non sarebbe semplice e piacevole?

L’applicazione della domotica sui sistemi di sicurezza consente di monitorare gli ambienti di casa grazie alle telecamere di sicurezza visibili anche da smartphone su un’unica app.

Come si intuisce, poter avere a disposizione un impianto domotico semplifica la nostra vita sotto tutti i punti di vista e aumenta il valore della nostra casa in termini non solo economici, ma anche di risparmio e tutela dell’ambiente.

Ristrutturare casa installando un impianto domotico è un’ottima idea per poter procedere ad un cambiamento radicale una tantum e allo stesso tempo sfruttare i vantaggi previsti dalle agevolazioni fiscali per gli interventi di efficientamento energetico.

Pronti a trasformare la vostra casa in una smart home a portata di click?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.